Anapia Lazio

  /  News   /  Società   /  Cosa ci aspetta? La parola al Direttore

Cosa ci aspetta? La parola al Direttore

È appena terminato un anno insolito, che ha preso tutti noi alla sprovvista, scombussolando la nostra vita da tutti i punti di vista. Senza tralasciare nulla.
E adesso? Cosa ci aspetta?

Parliamo di scuola

Domenico Nobile

Questa pandemia da Covid-19 ha visto in prima linea anche la scuola che si è trovata repentinamente a fare un balzo temporale, subendone sia gli effetti positivi, da una parte, sia quelli negativi dall’altra. Sono stati improvvisamente abbandonati i vecchi standard didattici per lasciare subito il posto alle nuove strategie. Un passaggio che si sarebbe sicuramente fatto col passare degli anni, ma che potrebbe comportare danni, perché avvenuto troppo in fretta. La prospettiva ideale sarebbe un mix tra vecchio e nuovo, creando un equilibrio ragionato. L’obiettivo di ANAPIA è sviluppare queste nuove metodologie della Didattica a Distanza Integrata (DDI), affiancandole al normale svolgimento della didattica in presenza, anche al fine di favorire i ragazzi con Bisogni Educativi Speciali e gli studenti lavoratori, tenendo in considerazione che, di fronte all’emergenza, solo pochissimi istituti scolastici hanno scoperto di essere attrezzati per rispondere alla domanda di didattica a distanza. L’82,1% dei 2.812 dirigenti scolastici intervistati ad aprile afferma che le differenti dotazioni tecnologiche e la diversa familiarità d’uso sono stati un ostacolo sia tra i docenti sia tra gli studenti.

Sono oltre 300.000 i ragazzi che ogni anno frequentano, in alternativa alla scuola secondaria di secondo grado, percorsi triennali o quadriennali di istruzione e formazione professionale (Iefp), per acquisire una qualifica o un diploma professionale. Una nostra indagine, che ha coinvolto 43 centri di formazione professionale, evidenzia come la maggioranza di questi centri sia riuscita a elaborare rapidamente una proposta alternativa in modalità Fad: il 64% entro al massimo due settimane e solo nel 6,3% tutte le attività formative si sono interrotte durante il lockdown.

Parliamo di lavoro e orientamento

La pandemia ha stravolto il mercato del lavoro, tante realtà hanno licenziato e tanta gente, quando questa situazione sarà finita, dovrà mettersi alla ricerca di una nuova ricollocazione. E qui entreranno in gioco le APL. Per favorire questo da un anno ANAPIA ha avviato una propria APL che attraverso il sito web raccoglie le candidature delle persone creando un mis-match con quanto viene offerte dalle aziende. Per il futuro ci stiamo organizzando per poter erogare gli strumenti di Politiche Attive del Lavoro regionali.

Parliamo della formazione

È importante ora che la formazione sia sempre più incentrata nella formazione specifica per l’inserimento in azienda. L’ANAPIA infatti intende dotarsi di una Academy, attraverso la quale poter preparare gli studenti e i lavoratori sulle effettive necessità delle singole aziende, garantendo così un’occupazione ai ragazzi e assicurando alle aziende un personale adeguatamente qualificato, cercando di avvicinare il mondo delle aziende all’interno degli istituti scolastici curvando quanto più possibile i programmi didattici ministeriali alle necessità delle aziende stesse. Per tutte queste ragioni, le attività di coordinamento di ANAPIA Nazionale per il 2020/2021 saranno fortemente incrementate, per dare risposte e a offrire strumenti fortemente innovativi ai CFP della rete.

Le 3 azioni

L’ANAPIA Nazionale ha deciso e deliberato in CDA, con il Presidente Mario Serpillo, le 3 azioni innovative:

 • 1 AZIONE – Progetto SNEC

Annalisa Borgo - Saper Essere

 

È un potenziamento della fase di orientamento, la cui efficacia determina il successo della maggior parte delle carriere professionali, che tende a coniugare il ruolo dell’insegnante, del consulente di orientamento e della rete dei soggetti territoriali, che si occupano di lavoro e formazione attraverso un modello collaborativo strategico che mette al centro i giovani e le competenze.

 

• 2 AZIONE – Nuove opportunità e gli ITS

Annalisa Borgo - Saper ImpararePortare le aziende nelle strutture educative e formative; l’obiettivo è quello di accrescere la competitività delle aziende in quanto i percorsi proposti dagli ITS rispondono sia alla domanda di formazione espressa dai giovani sia a quella del tessuto imprenditoriale regionale, che necessita di profili professionali altamente specializzati soprattutto nei settori del turismo, agroalimentare, ambiente, tecnologie innovative e energie rinnovabili.

• 3 AZIONE – Academy

Annalisa Borgo - Saper Fare

La risposta immediata al fabbisogno occupazionale delle aziende è l’Academy, termine con il quale oggi si intende un modello di organizzazione dei servizi mirato a raccordare e coordinare tutte le risorse necessarie per rispondere, in tempo reale, alla domanda di personale qualificato da parte delle imprese. L’Academy è il luogo fisico e virtuale in cui i discenti non sono solo destinatari di interventi formativi, ma anche e soprattutto soggetti attivi dello sviluppo e della condivisione. L’Academy ha l’obiettivo di far crescere l’azienda e garantire un’opportunità di inserimento al lavoro per i discenti.

 

Saranno proprio queste 3 azioni il fil rouge per la gestione non solo del 2021, ma anche degli anni a venire. E pertanto, chiediamo a tutti i nostri associati di essere coesi e sempre pronti a superare questi momenti difficile per molti, considerando e auspicando che, grazie all’iniziativa Next Generation EU e in particolare al Recovery Found, ci sarà presto una risalita per tutti.

Domenico Nobile
Direttore Generale di ANAPIA Nazionale

Disegni di Annalisa Borgo, V A Liceo Scientifico – Istituto Cartesio di Roma

User registration

You don't have permission to register

Reset Password